Su Ziddini de is festas mannas – i dolci delle feste
Giulio Volontè, 20 dicembre 2013

Una ricetta della tradizione campidanese: il dolce dei poveri che veniva preparato per Natale.



Su Ziddini de is festas mannas

i dolci delle feste

Ingredienti per 8/10 persone

350 g di mandorle

150 g di semola

500 g di miele

2 arance

1 limone

diavolini colorati (traggea)







Preparazione



Sbollentate le mandorle per qualche istante, pelatele, asciugatele, affettatele sottili e fatele tostare in forno con la semola.


Con un coltellino affilato sbucciate le due arance, senza arrivare al bianco; tostate la scorza in forno e poi sminuzzatela con un pestello o un macinino. Grattugiate la buccia di un limone.

Versate il miele in una casseruola

e fatelo scaldare a fiamma bassissima. Quando inizia a sobbollire unitevi la semola, a pioggia, poi le mandorle, la scorza tritata delle arance e la buccia di limone grattugiata.

Amalgamate bene con un mestolo di legno e continuate a cuocere a fuoco dolce per circa otto minuti, sempre mescolando. Quando il composto avrà acquistato

la giusta densità toglietelo dal fuoco.

Inumidite leggermente una superficie liscia, possibilmente un piano di marmo, e versatevi il composto.

Con una paletta o con il dorso di un coltello spianatelo in una striscia larga sei o sette centimetri e alta due.

Decorate su ziddìni con la traggea e tagliatelo in tanti pezzi a forma di rombo quando è ancora caldo.

Per realizzare su Ziddini si può anche scegliere di usare la sapa al posto del miele e sostituire la semola con il pane grattugiato.

Una curiosità, in passato al posto delle mandorle si usavano i ceci.



Si possono accompagnare con un buon Nasco di Cagliari DOC liquoroso, un vino bianco, vinificato dalle uve del vitigno omonimo che viene allevato, in quantità molto limitate, solo in Sardegna.

Di un giallo dorato, al naso si presenta fruttato, sentori di frutta matura, intenso e persistente. In bocca si rivela molto equilibrato, caldo ed intenso.

Oltre che con la pasticceria secca, lo si può apprezzare con formaggi stagionati o piccanti.






Ricetta e foto tratte da “La cucina sarda” - biblioteca dell'identità de L'UNIONE SARDA (ph. Adriano Mauri)



PRIMO PIANO
Marina di Olbia - Port Style Living
MOYS
MOYS - Marina di Olbia Yachting ServicesPrimo! Gaetano Mura, BET1128, vince la Roma per 1Vela d'altura : Gaetano Mura conduce la Roma per 1. Lo skipper di Dorgali davanti a tutti con il suo BET1128Marina di Olbia al Salone Nautico di Dusseldorf. 17 - 25 gennaio 2015Windsurf : Podio mondiale per Marta Maggetti. Medaglia di bronzo per l'atleta cagliaritana.
ARTICOLI
Marina di Olbia : La bella stagione è iniziata. Il lotto "Il faro" in dirittura d'arrivoPrimo! Gaetano Mura, BET1128, vince la Roma per 1Vela d'altura : Gaetano Mura conduce la Roma per 1. Lo skipper di Dorgali davanti a tutti con il suo BET1128MARINA DI OLBIA : le residenze del lotto “Il Faro” in dirittura d'arrivoI Culurgiones Marina di Olbia al Salone Nautico di Dusseldorf. 17 - 25 gennaio 2015Ricetta idea per la cena od il pranzo di Natale : Anguidda incasada ( Anguille al pecorino )Marina di Olbia, Complesso residenziale “Il Faro” : Siamo già al tetto!Lorighittas a sabori 'e mare - Lorighittas ai crostaceiWindsurf : Podio mondiale per Marta Maggetti. Medaglia di bronzo per l'atleta cagliaritana.Pesce d'autunno : Orata ai funghi - Carina cun cardulinu Marina di Olbia : Complesso residenziale “Il Faro”Marina di Olbia : ricette di Sardegna - Calamari ripieni Sardegna : Ferragosto a Marina di OlbiaMarina di Olbia : Complesso residenziale IL FARO - Work in progress

Esonero da responsabilità - Condizioni di utilizzo - Informativa sulla privacy

Powered by Hosteras Tour Operator